web designer web designer web designer

Web Designer? Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio (1a parte)
Scritto da Arquen il 02/ago/2010 | 3603 letture

Dopo aver letto l'ennesimo post ipocrita è venuta voglia anche a me di scrivere.

Premetto che non conosco quasi nessuno dei "guru" che affollano il Web. Per "guru" intendo i Blogger e i Web Designer. Ho scelto di isolarmi perché in questo modo sono libero di criticare chi voglio. L'isolamento non mi ha impedito di essere tra i siti meglio posizionati sui motori di ricerca. C'ho messo più tempo, ma ne è valsa la pena.

Tornando al post che ho letto, scritto da una mia conterranea, inizialmente mi ha fatto piacere trovare un'altra persona che come me esce fuori dal coro, tant'è che volevo dimostrarle la mia solidarietà scrivendo un e-mail, però la form del suo blog ha fatto i capricci e non sono riuscito ad inviarle nulla.

Questa persona ha scritto cose giustissime: i "figli di papà" che fanno i Web Designer con i soldi dei genitori, ancora giovanissimi parlano già come adulti navigati, organizzano eventi, scopiazzano i lavori degli altri, hanno la faccia tosta di offrirsi per dei lavori e tante altre cose ancora. Ora, se queste cose le avesse scritte un'altra persona, e non lei, sarebbe da stimare, ma siccome anche lei ha alle spalle l'azienda dei genitori, oltre al convivente avvocato, si è dimostrato il solito post ipocrita. Se muovo una critica ma anch'io rientro nella critica non sono credibile.

Potrei terminare il mio post, ma già che ci sono racconterò anche di una persona che tempo fa scrisse un articolo provocatorio nei confronti dei "guru" del Web. Tantissimi commentarono quel post. Anche i "guru" che facevano orecchie da mercante. Scrissi un'e-mail di solidarietà (questa volta la form ha funzionato) e ricevetti una breve risposta garbata. Tempo dopo provai a seguire e a farmi seguire su Twitter, ma fui ignorato. Però segue i "guru" che critica.

Un altro esempio di persona da cui stare alla larga gestisce un blog molto importante sul Web Design e non solo. Ebbi una lunga chiacchierata con questa persona. Si sparlava di altre persone e si svelavano confidenze reciproche. Quando ebbi occasione di riparlarci notai un cambiamento radicale. Aveva dimenticato (fingeva) quella conversazione. Chissà, forse, per convenienza, nel frattempo aveva fatto amicizia con le persone che criticava.

Poi c'è colei che gestisce il sito italiano più importante sul Web Design. Teoricamente più importante. E' un sito dedicato al nulla. Segnala, riassume, copia gli articoli scritti da altri. Inoltre, ha creato un contest con il sito del mese, e tutti i partecipanti devono linkare il suo sito.

L'ultima persona di cui voglio parlare dovrebbe essere il più grande esperto di Accessibilità in Italia, ma altri non è che un "traduttore". Gli esperti stranieri stilano le regole e lui, insieme ad altri, le traduce in italiano. Tempo fa ebbi una conversazione tramite email e constatai la poca professionalità.

← Torna indietro

← Torna indietro