web designer web designer web designer

Posizionamento di un sito internet sui motori di ricerca (Prima parte)
Scritto da Arquen il 19/lug/2011 | 4093 letture

Concetto di posizionamento secondo Wikipedia:
"Il posizionamento è il modo in cui un prodotto trova collocazione nella mente del potenziale consumatore. Nasce assieme al prodotto, sia esso un bene, un servizio o un'impresa, ma è una caratteristica intrinseca del prodotto, bensì, intesa come attività di marketing, riguarda l'intervento da effettuarsi sulla mente del possibile acquirente."

Sinceramente non c'ho capito nulla, ed anche se c'avessi capito qualcosa, è impossibile memorizzare il concetto di posizionamento (o qualunque altro concetto) scritto in quel modo, quindi provo a spiegarlo a modo mio e con parole semplici.

Prima di tutto il motore di ricerca è un sito che archivia altri siti. La struttura è semplice: c'è uno spazio dove si scrive la parola o la frase da ricercare e il bottone CERCA. Cliccandolo viene visualizzato un elenco di siti (quelli archiviati dal motore) che si avvicinano (dai contenuti proposti) alla parola o alla frase che abbiamo scritto. In passato era necessario segnalare il sito ai motori di ricerca, oggi non è più necessario, perché i motori di ricerca hanno un software chiamato crawler (detto anche spider o robot) che analizza in modo automatizzato i contenuti del Web alla ricerca di nuovi siti (compresi gli aggiornamenti di questi ultimi). Quando un sito entra nell'archivio del motore di ricerca si dice che "è stato indicizzato". Ma a noi non interessa questo. A noi interessa il concetto di posizionamento, ossia la fase successiva all'indicizzazione.

Di motori di ricerca ne esistono tantissimi nel mondo, ma quelli più importanti sono pochissimi: Google, Yahoo!, Bing, Virgilio, Ask, Excite, Lycos. Ogni motore di ricerca ha dei propri requisiti da rispettare per riuscire ad attenere un buon posizionamento. Il posizionamento è un requisito importantissimo, anzi primario, perché se nessuno trova il tuo sito, non riuscirai a vendere i tuoi prodotti o servizi.

Dalle statistiche proposte in molti siti web una percentuale altissima di utenti (la quasi totalità) effettua le proprie ricerche utilizzando un motori di ricerca. Il più utilizzato è Google con più della metà delle ricerche, seguono Yahoo!, Bing e gli altri. E' quindi fondamentale avere un posizionamento ai primi posti nei risultati ottenuti dopo la ricerca.

Come si riesce ad ottenere un buon posizionamento del sito?
Sono molti i fattori che determinano il posizionamento. In passato ci si basava quasi esclusivamente sull'ottimizzazione dei testi.
Cosa vuol dire?
Allora, i testi oltre a descrivere in modo dettagliato (e allo stesso tempo riassuntivo) la tua attività, il tuo servizio, il tuo prodotto, devono contenere tutte quelle parole (in gergo si chiamano Keyword, parole chiave) di uso comune nella ricerca sui motori. Non è difficile da capire, basta soffermarsi su questo articolo e cercare le parole che ho utilizzato più volte. L'abilità sta nel riuscire a pubblicare un testo che abbia un senso, altrimenti oltre a far scappare il potenziale cliente, saremo penalizzati dai motori di ricerca. Infatti, con l'attività di ottimizzazione, sono nate tecniche scorrette attuate col solo fine di ottenere un buon posizionamento e non per offrire una buona lettura all'utente finale, quindi i motori di ricerca hanno iniziato a prendere provvedimenti penalizzando i siti che utilizzano questi metodi scorretti.

Oltre all'ottimizzazione ci sono altri fattori che determinano il posizionamento. Questi fattori si possono sintetizzare in una frase: più il sito è visitato più il motore di ricerca ci premia con un migliore posizionamento.
Per fare il modo che il sito sia costantamente frequentato dobbiamo invogliare gli utenti a restare da noi o a ripassare periodicamente da noi.
Come si fa?
Innanzitutto dobbiamo offrire un servizio utile, semplice e funzionante. Che sia un negozio di vendita online, che sia un sito di presentazione della propria attività, deve rappresentare qualcosa di utile agli occhi degli utenti. Se l'utilità c'è, si passa alla registrazione nelle Directory (siti che elencano altri siti suddivisi per categorie di appartenenza), poi alla pubblicazione di comunicati stampa e articoli su siti specializzati, poi al passaparola e poi alla promozione sui social network e siti che offrono l'interazione con gli utenti. Oltre a queste operazioni è anche possibile utilizzare dei servizi a pagamento messi a disposizione dai motori di ricerca per acquistare spazi sottoforma di banner, video, link e testi. Stessa possibilità è possibile attuarla acquistando spazi pubblicitari su siti che offrono contenuti simili ai nostri, ma che sono più conosciuti e visitati.

Nel prossimo articolo cercherò di dare ulteriori informazioni, sempre a mio modo, completando così l'articolo sul posizionamento.

← Torna indietro

← Torna indietro