web designer web designer web designer

Web Designer e usabilità: siti fatti per essere letti e non per essere ammirati
Scritto da Arquen il 08/feb/2011 | 3505 letture

Noto che spesso i siti internet si fanno più per piacere personale che per piacere collettivo. Si pensa talmente tanto allo stile che poi passa completamente in secondo piano il rendere comprensibile agli utenti quello che c'è scritto nel sito web. Alcuni utilizzano degli effetti alla moda per futili finalità. Mi riferisco anche ai siti dei Web Designer. Inseriscono degli script che fanno esclamare: uh, che bello! A me invece fanno pensare e domandare: ma a che servono?

Allora parlerò di usabilità e stile.

  1. Il sito deve rappresentare l'azienda, l'attività, e/o il prodotto. Logo, colori, testi e immagini devono essere in sintonia con quello che dobbiamo rappresentare.
  2. Il layout dev'essere semplice, "leggero" e non deve affaticare o distrarre gli occhi.
  3. Esistono due tipi di homepage da non progettare: la pagina intro e la pagina ricca di contenuti.
    • La pagina intro (la pagina con l'animazione in flash o con la scritta "entra") non serve a niente. Il cliente spende centinaia di euro senza pensare che gli utenti la salteranno subito. E' passata di moda da un pezzo, quindi è una spesa inutile.
    • La pagina ricca di contenuti (quella con le ultime news, le ultime foto, gli ultimi video, gli ultimi commenti, ecc.) è il caos per l'utente. Per esempio i siti informativi come i giornali online, sono caotici, non si capisce dove buttare l'occhio. Ci sono troppe informazioni.
  4. Poi ci sono le pagine interne. Dando per scontata la regola non scritta, ma di buonsenso, che prevede il layout e i colori in linea con la homepage, bisogna, inoltre, cercare di eliminare tutte quelle aree che distraggono l'utente dalla lettura. L'utente deve avere poche scelte: l'articolo, il menu principale, un sottomenu di categoria, suggerimenti se vuole leggere articoli simili. Tutto il resto è superfluo.
  5. Bisogna utilizzare poche immagini e pochi colori.
  6. Bisogna cercare di rendere facile la navigazione, possibilmente realizzando un layout gradevole. Gradevole non vuol dire "graficamente gradevole", ma " usare la giusta combinazione di colori e usare la giusta distanza tra i vari elementi".

← Torna indietro

← Torna indietro