web designer web designer web designer

Autointervista da blogger
Scritto da Arquen il 03/set/2010 | 2453 letture

Premessa

Reputo queste pseudo interviste nei blog delle prese per il culo che servono a far credere di essere chissà chi, quando invece... vabbè...

Intervista

  • Aldo: Ciao Aldo (posso chiamarti Aldo, vero?), prima di iniziare l'intervista devo assolutamente esprimerti la mia contentezza per essere il primo ad intervistarti. Sono davvero lusingato di questa opportunità che mi stai dando.
  • Aldo: Ti ringrazio Aldo (posso chiamarti anch'io Aldo, vero?), sì puoi chiamarmi Aldo, in fondo Aldo è il mio nome e Arquen vuol dire proprio Aldo. Anch'io sono molto felice che il primo ad intervistarmi sia stato tu. Ti stimo tantissimo (ancora di più ora che mi stai intervistando).
  • Aldo: Grazie Aldo! Sì, puoi chiamarmi Aldo! Allora, dunque, veniamo quindi alla nostra intervista e alla prima domanda: da quanto tempo fai i siti internet?
  • Aldo: Allora, dunque, i siti internet li faccio da circa 6 anni. In quel periodo aprii un blog su MSN. La prima versione, chissà se qualcuno se la ricorda. Poi poco prima che uscisse la seconda versione cancellai tutto. In quel periodo è nata la mia passione per i siti internet. Prima modificando il blog di MSN, successivamente utilizzando lo spazio gratuito del mio gestore telefonico: digiland di libero.
  • Aldo: Sì me la ricordo la prima versione del blog di MSN. Anch'io ho cancellato tutto prima che uscisse la seconda versione. Comunque sono curioso di sapere: qual è stato il tuo primo sito che hai realizzato?
  • Aldo: Ah, anche tu hai chiuso? Che combinazione... comunque mi sono scocciato... continuiamo un altro giorno... ok?
  • Aldo: Sì, anch'io mi sono rotto... continuiamo un altro giorno...

Perchè mi sono auto intervistato? Perchè avevo voglia di ricambiare la presa per il culo a chi le fa, a chi se le fa fare e chi resta a bocca aperta pensando: chissà chi è quellooo.

Non me ne vogliano quelle 2 o 3 persone che conosco e che si sono lasciate "intervistare". Sono bravissimi nel loro lavoro, ma reputo questo genere di "intervista" un mezzo poco professionale per farsi pubblicità e che fa intendere poca umiltà.

← Torna indietro

← Torna indietro